È un sogno che si realizza. È un traguardo inseguito a lungo che si è trasformato in piacevole realtà. Ora è ufficiale: i Mad Bulls Bt parteciperanno al prossimo campionato di II Divisione di football americano.
La conferma è arrivata direttamente dalla Fidaf, che ha accolto la richiesta di ripescaggio della franchigia della sesta provincia. I tori matti, dunque, hanno detto addio sia alla III Divisione che al football americano a 9 e si cimenteranno in quello che prevede 11 giocatori in campo. “La nuova dimensione – ha ammesso coach Ugo Calò – è sicuramente più impegnativa dal punto di vista tecnico e fisico, ma noi siamo pronti per lanciare questa appassionante sfida. È stata, d’altronde, da sempre la nostra ambizione, quella di partecipare al campionato di II Division (la serie A2 del football americano italiano, nda) e ora siamo felicissimi di avere questa possibilità. Noi del coaching staff, insieme ai giocatori, dovremo lavorare molto sugli schemi e sulle tattiche di gioco, che saranno molto diversi in virtù delle differenti misure degli spazi rispetto al football americano a 9. Obiettivo? Provare ad essere all’altezza di questo campionato”. A distanza di quattro anni dalla propria fondazione, dunque, i Mad Bulls Bt possono brindare al raggiungimento del traguardo più importante della propria giovane storia. La realtà della Bat, capace nella passata stagione di accedere tra le migliori sedici d’Italia nella griglia playoff, si candida ora per diventare ancor di più un punto di riferimento per il movimento della Puglia e del Sud Italia.