Giocano un tempo alla pari con i vice campioni d’Italia in carica. Evidenziano una buona solidità difensiva, nonostante qualche defezione di troppo e la presenza di diversi rookies in formazione. Mostrano incoraggianti segnali di crescita rispetto alle precedenti esibizioni ufficiali nel campionato di II Division. Alla fine, però, i Mad Bulls Bt devono arrendersi con il punteggio di 36-7 ai Barbari Roma Nord, non una squadra qualsiasi, ma una delle corazzate dell’intera categoria. A punti Quarta (touchdown) e Devincenzo (trasformazione) per i “tori matti”, capaci di arginare per buona parte della contesa gli attacchi dei capitolini ma non di incidere a dovere in fase offensiva. Nonostante la terza battuta d’arresto consecutiva, intanto, resta l’ottimismo per la matricola allenata da Ugo Calò, che tornerà in campo il 25 marzo a Reggio Emilia contro i quotati Hogs nel primo dei due impegni interdivisionali. Le due settimane di break serviranno ora per recuperare qualche elemento dall’infermeria e migliorare gli automatismi.  “fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno”