Chi ben comincia è a metà dell’opera. I Mad Bulls BT hanno rispettato le attese e hanno mantenuto il pronostico, battendo i quotati Eagles Salerno per 26 a 6.

La partita comincia nella splendida cornice del Manzi – Chiapulin con due drive dei rispettivi attacchi che non
portano a nessun risultato rilevante. Nel secondo drive di attacco degli Eagles, un sack con fumble forzato di Melis, viene ricoperto da Di Pilato che mette a referto i primi 6 punti dell’incontro. La successiva trasformazione da due punti non va a buon fine. Il 6 a 0 è anche il punteggio con il quale si chiude il primo quarto di gioco. Nel secondo quarto, sono ancora i tori matti di coach Calò ad allungare, sino al 18 a 0, con due TD pass del Qb Delcuratolo rispettivamente per Cacucci, dopo un bel drive offensivo, e Morella, dopo un secondo turnover in seguito ad un intercetto di Melis su un passaggio perfettamente deflettano dal corner back Nicola Curci, anche in questo caso le successive trasformazioni da due punti, non vanno a segno.

mad-bulls-barletta-02Gli Eagles, mai domi, in chiusura di seconda frazione, però, si rifanno sotto, spinti dal loro giovane QB, che con una corsa di circa 60 yards mette la compagine campana in posizione utile per accorciare le distanze con il TD che porta al 18 a 6, punteggio che, dopo la mancata trasformazione da due punti, chiude anche il primo tempo di una partita combattuta e a tratti nervosa a causa di alcune chiamate arbitrali e per l’importanza della posta in palio.

Il secondo tempo si apre con un drive d’attacco per i Mad Bulls senza portare variazioni al punteggio, che rimane invariato per tutta la terza frazione di gioco. Nell’ultimo periodo, invece, un bel drive dell’attacco pugliese, sapientemente gestito dal QB barlettano, porta alla quarta segnatura dei tori matti, grazie al TE pugliese Alex Gutierrez, che imbeccato perfettamente in end zone, porta il punteggio sul 24 a 6; la trasformazione da due punti del RB Marcello Marella blocca il punteggio sul definitivo 26 a 6 per i Mad Bulls. E’ una vittoria che da morale e crea buone aspettative per il proseguo del campionato. Complessivamente si sono avute buone indicazioni dall’attacco, che dovrà affinare ulteriormente tempistiche e schemi e dalla difesa, che ha retto bene l’urto dell’attacco Salernitano, come sempre c’è da migliorare per affrontare al meglio il prossimo impegno di campionato, che, a meno di variazioni nel calendario, è previsto per il 19 di Marzo, sempre al Manzi – Chiapulin contro i Delfini Taranto.