Lo si sapeva alla vigilia che l’approccio con la nuova dimensione agonistica non sarebbe stato dei più semplici. Non è una novità, neanche una sorpresa. I Mad Bulls Bt, inutile nasconderlo, hanno bisogno ancora di un po’ di tempo per trovare dimestichezza con la II Division ed il football americano giocato con 11 interpreti. Non deve preoccupare, insomma, la sconfitta rimediata sabato scorso contro gli Elephants Catania in occasione del debutto stagionale davanti al proprio pubblico. Ha vinto, sul sintetico del Manzi-Chiapulin, la blasonata franchigia siciliana con il punteggio di 20-7. Ha condannato alla sconfitta i tori matti e messo fine ad una imbattibilità interna che durava da quasi tre anni. Poco male, in ogni caso, per i ragazzi di Ugo Calò, che hanno tenuto il campo con personalità, nonostante qualche assenza di troppo, e messo in evidenza una soddisfacente solidità difensiva contendendo a dovere gli attacchi degli Elephants e concedendo soltanto due field gol nel corso del primo tempo, che si è concluso con il vantaggio per 6-0 degli ospiti. Non ha nulla da invidiare sul piano della personalità la squadra di casa, capace alla ripresa del gioco di ribaltare il punteggio e passare in vantaggio per 7-6 grazie ad una corsa di quasi 50 yards del quarterback Delcuratolo e alla successiva trasformazione del kicker Devincenzo. Poi, però, gli Elephants Catania hanno rotto gli induci portando l’inerzia della partita dalla propria parte e conducendo in porto la vittoria con lo score conclusivo di 20-7. E’ la seconda sconfitta stagionale per i Mad Bulls, dopo quella rimediata al debutto sul rettangolo dei Gladiatori Roma, ma i miglioramenti evidenziati dalla formazione del presidente Manuel Marzocca fanno comunque molto ben sperare in proiezione futura. La prossima gara, infine, è già dietro l’angolo. I Mad Bulls infatti torneranno in campo già sabato e affronteranno sempre in casa i quotati Barbari Roma Nord, ossia i vice campioni d’Italia in carica. L’appuntamento è fissato per sabato al Manzi-Chiapulin, kickoff previsto alle ore 19.30. (M. Bor.)